Il nostro negozio online fa uso di cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e raccomandiamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare a pieno la navigazione. 

close

Capelli rovinati dopo l’'estate

Capelli rovinati dopo l'estate: danni e rimedi

Risultati immagini per capelli rovinati dal sole e mare

Fonte: hairadvisor

Le nostre proposte

Per i capelli, anche l'estate può essere un momento stressante: "aggrediti" dai raggi del sole e dall'acqua di mare, "stressati" da piastre e colorazioni per sfoggiare i look più trendy, "indeboliti" dagli stravizi a tavola... Ecco come rinforzarli per affrontare al meglio l'autunno.


Troppo sole
 Sappiamo tutti che l'esposizione ai raggi del sole schiarisce i capelli, creando quell'effetto sun-kissed così apprezzato da essere imitato anche da prodotti di bellezza e trattamenti professionali. Oltre a ridurre il livello di melanina scolorendo la chioma (magari virando su tonalità rossastre o tendenti al verde, ben poco donanti), però, il sole può anche desquamare il fusto del capello, esponendolo a rottura e opacità.

Troppo mare Un bel tuffo in acqua comporta uno shock termico per i capelli, che passano dal caldo secco al freddo umido: così diventano secchi e fragili. La salsedine, poi, contribuisce a far sbiadire le chiome.

Troppi bagni in piscina Oltre all'escursione termica, il cloro aggredisce il colore dei capelli, rischiando di fargli assumere sfumature tendenti al verde.

Troppo stravizi Una dieta sana e bilanciata è fondamentale per la bellezza e la salute dei capelli. In estate, però, tra aperitivi, feste e buffet da vacanza, è facile cadere in tentazione. Poco male: al rientro basta darsi una regolata e scegliere il menù adatto alle proprie esigenze, dai cibi per rinforzare i capelli a quelli per averli belli e luminosi ecc.


Se maschere e spray solari con filtro UV non sono stati sufficienti, è possibile ripristinare il colore a casa con una tinta temporanea senza ammoniaca in attesa di tornare dal parrucchiere per una colorazione permanente: le tinte di nuova generazione fungono da trattamenti curativi grazie a ingredienti a base di fosfolipidi.

Se i capelli sono diventati secchi, e magari anche un po' crespi, puoi reidratarli con impacchi di olii naturali come quelli di semi di lino o di karité, con balsami e maschere specifiche, ma anche con la dieta giusta. Attenzione, poi, allo shampoo: quando fa tanta schiuma e/o è molto profumato, potrebbe essere troppo aggressivo. Se, invece, i capelli sono sfibrati, meglio puntare su impacchi a base di olio di cocco e argan, e limitare i trattamenti aggressivi come tinte, permanenti e stirature finché le chiome non saranno tornate in salute.

Infine, se sono comparse anche le doppie punte, dopo aver dato una "spuntatina", coccola le lunghezze con fluidi nutrienti e maschere, riduci l'uso del phon e alterna i tuoi prodotti preferiti a una linea specifica per questo problema.

Le cure quotidiane dei capelli: fase per fase

Vediamo nel dettaglio fase dopo fase quali prodotti giusti applicare sui propri capelli per continuare una giusta cura che ridoni forza, elasticità e bellezza alla propria capigliatura.

LO SHAMPOO RINFORZANTE
Lo shampoo può essere fatto anche tutti i giorni però deve essere una formula delicata che lavi senza impoverire; ideali sono quelli arricchiti con vitamine, ceramidi, collagene, estratti e oli vegetali rinforzanti che ridanno morbidezza e luce alla chioma. Ne basta una piccola dose diluita con acqua da massaggiare sui capelli bagnati e da sciacquare a lungo, prima con acqua tiepida e, alla fine, con un getto freddo che aiuta a rinsaldare le squamette sollevate dalle aggressioni esterne.

RISTRUTTURARE
Per ristrutturare il capello efficacemente bisogna saper scegliere i prodotti, di solito si trovano nel trittico shampoo, balsamo e maschera, arricchiti di principi attivi capaci di riparare i danni superficiali e mantenere così il fusto dei capelli liscio e forte. Mentre shampoo e balsamo possono essere applicati sulla chioma anche tutti i giorni, la maschera va utilizzata una o due volte alla settimana in sostituzione del balsamo. È un trattamento che richiede un pò di tempo in più per essere applicato e per entrare in azione: meglio farla bene, rispettando i tempi indicati, una volta alla settimana, invece che spesso ma in modo frettoloso.
Per renderla ancora più efficace, dopo l’applicazione si può avvolgere la chioma in un asciugamano leggero, bagnato conacqua bollente e ben strizzato, lasciandolo in posa intorno alla testa per circa 15 minuti in modo che il calore faccia penetrare a fondo i principi attivi.

NUTRIRE
Per nutrire a fondo, si può ricorrere ai trattamenti senza risciacquo: ricchi e concentrati, assicurano massima efficacia in tempi rapidi. Vamno applicati sui capelli umidi o asciutti, se occorre anche solo sulle punte: la formulazione ideale per i capelli sciupati contieneagenti nutritivi e rigeneranti come gli oli vegetali, la glicerina, gli amminoacidi che danno morbidezza e luminosità, rendono meno elettrici i capelli, li proteggono e li rafforzano.

RIDURRE GLI STRESS
Qualche attenzione in più meritano i capelli che sono ancora un pò fragili. Prima dell’asciugatura i capelli devono essere tamponati senza troppi sfregamenti energici mentre, in seguito, il calore del phon deve essere medio per non bruciare le punte. Se si vuole ricorrere alla piastra, è bene non insistere sulle parti già rovinate e usare un prodotto protettivo.

Consulta le nostre proposte

Le nostre proposte